Reporter per un giorno #5

Redazione SMS MAG

15 Maggio 2019

Il Santa Maria della Scala raccontato dagli studenti del Master in Comunicazione d’impresa dell’Università di Siena

Qualche settimana fa vi avevamo parlato di una collaborazione tra il Santa Maria della Scala e il Master universitario di primo livello in Comunicazione d’impresa. Linguaggi, strumenti, tecnologie dell’Università di Siena.

Collaborazione tra il Santa Maria della Scala e l’Università di Siena

Nell’ambito delle attività, lo scorso 8 Febbraio 2019 gli studenti del Master hanno visitato il Complesso Museale senese con lo scopo di realizzare lo storytelling delle mostre e raccontare la storia del museo. Ogni mercoledì SMS MAG pubblicherà i loro lavori che raccontano, con uno sguardo innovativo e creativo, il Santa Maria della Scala.

REPORTER PER UN GIORNO #1

REPORTER PER UN GIORNO #2

REPORTER PER UN GIORNO #3

REPORTER PER UN GIORNO #4

Questa settimana l’articolo e il video sono dedicati alla Fonte Gaia.


FONTE GAIA

Specchio di valori Senesi

A cura di Giulio Convalle, Carolina Fabbrini, Danila Pinotti, Sara Radicia, Sara Terzuoli e Stefano Zaccherotti

Le origini

Dal 1346 Fonte Gaia in Piazza del Campo ispira e accompagna i senesi nella loro quotidianità. Dalla gioia spontanea procurata dallo sgorgare dell’acqua nella piazza pubblica ne derivò l’appellativo di Gaia.

Per alimentarla era stata costruita un’imponente opera idraulica, costituita da una galleria lunga circa trenta KM e da un bottino maestro, il cisternino: ancora oggi l’acqua che alimenta la fonte proviene da questo antico sistema idrico.

Jacopo della Quercia

Fonte Gaia è fonte di vita e luogo di socialità già da ben prima che Jacopo della Quercia, nel 1419, ne scolpisse i bassorilievi rappresentanti i valori stessi della città, utilizzando il fragile marmo della Montagnola senese. Ma la vita quotidiana che si svolgeva sulla piazza e gli eventi atmosferici indebolirono ancora di più le sculture: uno dei traumi maggiori fu infatti inferto da chi, nel 1743, per vedere meglio lo svolgimento del Palio, si arrampicò su una delle due sculture a tutto tondo (Rea Silvia), danneggiandola irreparabilmente.

Tito Sarrocchi

Nel 1859 fu quindi sostituita con la replica di Tito Sarrocchi, attualmente visibile in piazza. La copia fu realizzata nel più duraturo marmo di Carrara e venne traslata di qualche metro, collocandola nell’attuale posizione centrale in piazza del Campo.

I valori di Fonte Gaia

Dalla Giustizia alla Fortezza, passando per la Misericordia, la Fede, la Speranza, la Sapienza, la Temperanza, la Prudenza: Fonte Gaia porta con sé la memoria dei valori che hanno accompagnato la città sin dalla sua fondazione. Nel cuore di Santa Maria della Scala gli originali componenti della fonte si alternano ai calchi che ne plasmarono le forme. Oggi non osservano più i cavalli rincorrersi in piazza, ma si offrono allo sguardo attento dei visitatori.

La vita intorno a Fonte Gaia

La vita di fronte a Fonte Gaia in Piazza del Campo continua. In un panorama cosmopolita e globalizzato, l’espressione marmorea e lo sguardo gentile dei bassorilievi sono uno scoglio al quale qualsiasi cittadino può aggrapparsi. Dallo studente in cerca di allegria fino al pensionato, dal turista all’autoctono: i valori della Fonte continuano ad essere trasmessi e recepiti in modo invariato e sempre attuale nonostante i frenetici cambiamenti che la città si è trovata ad affrontare nel corso della sua storia.

“Il tempo dissolve il superfluo e conserva l’essenziale” Alejandro Jodorowsky

Iscriviti a SMS MAG LETTER