Prosegue la collaborazione con il Liceo Artistico Duccio di Buoninsegna

Redazione SMS MAG

9 Aprile 2019

Al Santa Maria della Scala presentati i progetti di alternanza scuola-lavoro del Liceo Artistico Duccio di Buoninsegna di Siena

Giovedì 4 Aprile 2019 nella sala S. Ansano del Santa Maria della Scala di Siena sono state presentate due guide illustrate per bambini e un rilievo tattile per l’utenza cieca ed ipovedente.

Si tratta di due progetti di alternanza scuola-lavoro realizzati grazie alla collaborazione, che dura da alcuni anni, tra il Liceo Artistico Duccio di Buoninsegna di Siena e il Complesso Museale.

Making of Musica scolpita

Il primo progetto Raccontami il museo, a cura di Michela Eremita del Museo d’Arte per Bambini e di Monica Giannetti, tutor scolastico con la collaborazione di Fiorella Mezzacasa e Marta Batazzi del Liceo Artistico, consiste in due guide illustrate per bambini con i disegni realizzati dagli studenti della classe 4B di pittura: una racconta il Pellegrinaio e l’altra la Fonte Gaia di Jacopo della Quercia e Tito Sarrocchi.

Il secondo progetto Il rilievo tattile. Scilla sulla cassa dell’urna del Museo Archeologico Nazionale è stato eseguito dai ragazzi della 4C, guidati dagli operatori del museo e dal tutor del Liceo Emanuela Fucecchi con la collaborazione di Andrea Fagioli, e nasce per proseguire un percorso già da tempo avviato dal Santa Maria della Scala che mira a rendere il museo fruibile da un pubblico non vedente grazie all’ausilio di supporti tattili. Il rilievo presentato, che riproduce un’urna del Museo Archeologico Nazionale, è il quarto pannello tattile realizzato dagli studenti del liceo artistico.

Alla presentazione, insieme agli studenti e agli operatori (tutor scolastici e museali) sono intervenuti il presidente dell’Uici di Siena Alessandro Turci, Massimo Vita, Uici di Siena e Giuseppina Carlotta Cianferoni, funzionario del Polo museale della Toscana responsabile per il Museo Archeologico Nazionale. Sono stati proprio gli studenti a raccontare in prima persona l’esperienza che ha condotto alla realizzazione dei due progetti.

A seguire gli studenti si sono fatti guide del museo per i loro compagni di scuola e per il pubblico, mostrando il loro lavoro in relazione agli spazi del luogo.

 

Iscriviti a SMS MAG LETTER