Inaugurazione mostra Álvaro Siza. Viagem sem Programa

Redazione SMS MAG

11 Giugno 2019

Arriva al Santa Maria della Scala il progetto itinerante Álvaro Siza. Viagem Sem Programa

Ha inaugurato il 6 Giugno 2019 al Santa Maria della Scala la mostra itinerante Álvaro Siza. Viagem sem Programa, curata da Greta Ruffino e Raul Betti e organizzata dal Comune di Siena e ProViaggiArchitettura.

All’opening, oltre alla coppia di curatori, erano presenti anche il Vice Sindaco di Siena Andrea Corsi, l’Assessore al Turismo Alberto Tirelli e l’architetto Roberto Bosi direttore di ProViaggiArchitettura.

Dopo i saluti di benvenuto da parte delle istituzioni, la parola è passata a Bosi che, come prima cosa, ha ringraziato “i compagni di viaggio, cioè tutti coloro che hanno accettato di ospitare e accogliere la mostra di disegni di un architetto. Fondamentale è stata anche la collaborazione con gli architetti locali. Álvaro Siza è un maestro e in questa esposizione mostra come si progetta e si lavora con il disegnoe ha aggiunto “Perché Siza A Siena? Per noi il Santa Maria della Scala era un sogno”.

La parola poi è passata ai curatori dell’esposizione, i veri fautori del progetto. “Siamo felici di inaugurare questa nuova tappa della mostra che si chiama appunto “senza programma” perché all’inizio non sapevamo come chiamarla” ha sottolineato Greta Ruffino Noi ci siamo concentrati sui disegni non di architettura di Álvaro Siza. Lui disegna continuamente, per lui è un’ossessione. Ha viaggiato in tutto il mondo e i suoi disegni gli servono per progettare. Abbiamo potuto accedere al suo archivio di disegni e ritratti a Porto e nel 2010 abbiamo deciso di fare la mostra che ha trovato la realizzazione nel 2012 come evento collaterale della 13. Mostra Internazionale di Architettura – La Biennale di Venezia”.

Raul Betti ha poi voluto porre l’accento sulle peculiarità della mostra allestita a Siena, dopo le tappe nelle città di Lisbona nel 2018, Reggio Emilia nel 2017, Dubrovnik e Zagabria nel 2013: “Abbiamo portato l’Oceano Atlantico a Siena: la videoinstallazione di Atelier XYZ nei Magazzini della Corticella mostra il mare che si vede dal ristorante Boa Nova Casa da Cha (progettato da Siza 1958/1963). Anziché mostrare l’architettura, abbiamo preferito mostrare quello che si vede dall’architettura.

“I disegni in esposizione sono 53 come il civico dello studio di Siza a Porto, luogo di incontro tra professione, famiglia e amiciziaha aggiunto Betti e poi ha evidenziato “Cerchiamo sempre di dialogare con i luoghi che ospitano la mostra e per Siena abbiamo aggiunto il 54° disegno di Siza che mostra Piazza del Campo.

I ritratti e i disegni di viaggio di Siza, in mostra al Santa Maria della Scala fino all’8 Settembre 2019, sono stati selezionati personalmente dall’autore insieme ai curatori. Sono stati realizzati in un arco temporale di oltre 60 anni, frutto degli anni della giovinezza, dei numerosi viaggi, sia in Italia che all’estero, delle più recenti cene con gli amici e dei momenti liberi, raccontati dall’architetto anche in un videodocumentario (l’intervista realizzata dai curatori nello studio di Siza che ha come sfondo alcuni luoghi particolarmente significativi di Porto e Lisbona, presentata al Milano Design Film Festival nel 2017).

Il percorso espositivo dedicato ai disegni di Álvaro Siza propone inoltre, come già avvenuto in altre tappe, un’ampia selezione di fotografie (qui presentate in piccoli frame-video su supporto analogico), scelte tra centinaia di immagini scattate nel corso degli anni dai due curatori, oltre che da amici e appassionati, che raccontano la genesi del progetto sino ad oggi e le numerose connessioni che si sono generate e che spesso vanno ben oltre l’attività professionale.

La mostra Álvaro Siza. Viagem sem Programa è stata realizzata grazie al sostegno e alla partecipazione di Graniti Fiandre, ProViaggiArchitettura, Comune di Siena, Dumbo Design Studio, GruppoFallani, UnipolSai, Gruppo Arkell, Lodico Santo – Costruzioni, Medicina Mentis.

 

 

Iscriviti a SMS MAG LETTER