Il dietro le quinte della prossima mostra dedicata ai maestri nordici del XVI e XVII secolo

Redazione SMS MAG

5 dicembre 2018
SMS MAG vi svela il dietro le quinte della mostra Una città ideale. Dürer, Altdorfer e i maestri nordici dalla Collezione Spannocchi di Siena

Inaugurerà al Santa Maria della Scala di Siena il 13 Dicembre 2018 la mostra Una città ideale. Dürer, Altdorfer e i maestri nordici dalla Collezione Spannocchi di Siena, aperta al pubblico dal 14 Dicembre 2018 al 5 Maggio 2019. La Collezione Spannocchi, formatasi nel 1774 in seguito al matrimonio tra Caterina Piccolomini di Modanella e Giuseppe Spannocchi, è una collezione eccezionale per qualità e varietà, registrata con precisione già dai contemporanei. Attualmente le opere sono conservate nella Pinacoteca Nazionale e nel Museo Civico di Siena.

In occasione della mostra e prima della loro esposizione, alcune opere della Collezione Spannocchi provenienti dal Museo Civico sono state oggetto di un intervento di restauro, concordato con la competente Soprintendenza. I lavori sono stati affidati a quattro professionisti, due dei quali, Mauro Lamioni e Luca Bellaccini, hanno effettuato il proprio intervento all’interno degli spazi ospedalieri. SMS MAG vi porta in esclusiva alla scoperta di questi cantieri di restauro.

Il restauratore Mauro Lamioni, collaboratore del Complesso Museale, si è occupato dei dipinti Natura morta della Scuola nordica (XVII secolo) e Via Crucis di Frans Francken II (copia da) (Anversa 1581-1642). Lamioni, specializzato nel restauro di opere mobili e sculture policrome, dipinti su tavola e su tela, si occupa della conservazione e del restauro delle opere del Santa Maria della Scala.

Il restauratore Luca Bellaccini è stato incaricato di restaurare Cacciagione (Inv. 304) e Cacciagione (Inv. 305) della Scuola di Philipp Peter Roos, detto Rosa da Tivoli, dipinti di fine XVII e inizio XVIII secolo. Bellaccini è specializzato nel restauro e nella manutenzione di affreschi, oltre che di dipinti su tela.

“Un lavoro conservativo più che estetico” hanno detto entrambi gli esperti. La leggera pulitura del quadro con white spirit (prodotto usato per diluire o solubilizzare olii, cere, bitumi, simile all’acqua ragia), la rimozione di polveri superficiali, l’utilizzo di vernici da ritocco per il rinvigorimento delle tele a livello cromatico sono operazioni che sono state applicate a tutti i dipinti.


Bietta: s.f. av. 1320; [etim. incerta]. Termine utilizzato per rendere solidali parti in legno (come ad esempio due travi tra loro collegate) e impedire la rotazione o lo scorrimento di due pezzi a contatto (fonte Il Nuovo De Mauro).

Diverse invece sono state le scelte fatte dai restauratori per il ritensionamento delle tele: Lamioni ha utilizzato biette che permettessero di sfruttare il telaio ad espansione che era già presente a sostegno della tela, mentre Bellaccini ha dovuto procedere a un rintensionamento completo delle tele, poichè troppo usurate, ponendole su nuovi supporti con l’applicazione aggiuntiva di lembi di tela da porre ai lati della stessa dipinta.


Ritensionamento: s.m. av. 1320; [dal lat. tensiōne(m), v. anche tendere, cfr. sup. lat. tensum]. Il tendere nuovamente, il tendersi e il loro risultato; stato che deriva dall’applicazione di una o più forze di trazione (fonte Il Nuovo De Mauro).

Parte integrante dell’opera di restauro è stato il risarcimento di piccoli fori presenti sulla tela con stucco e piccole tesserine. Le cornici originarie dei quadri sono state disinfestate dai tarli e dai fori creatisi è stato aspirato il rosume residuo, per poi procedere con la verniciatura.


Risarciménto: s. m. [der. di risarcire]. Ormai ant. come sinon. di riparazione, è ancora in uso, tuttavia, per indicare, nelle operazioni di restauro delle opere d’arte e dei beni culturali in genere, l’eliminazione di ogni tipo di discontinuità (lesioni, fessure, lacune) dei materiali di supporto.
(fonte Il Nuovo De Mauro)

Rosume: s.m. 1619; [der. di roso con -ume]. Residuo di cibo, di materiale rosicchiato, rimasuglio: rosume dei tarli.
(fonte Il Nuovo De Mauro)

Iscriviti alla Newsletter SMS MAG