L’evento S.E.M.I. Storie di Eccellenza, Merito e Innovazione a Siena

Redazione SMS MAG

20 Ottobre 2019

Tante le personalità accorse all’evento S.E.M.I. Storie di Eccellenza, Merito e Innovazione promosso dall’Associazione Cultura Italiae a Siena

Si è svolta a Siena dall’11 al 13 Ottobre 2019 la terza edizione di S.E.M.I. Storie di Eccellenza, Merito e Innovazione, l’evento annuale promosso dall’Associazione Cultura Italiae. Tema di quest’anno la Contemporaneità: nel corso dei tre giorni ci si è interrogati su quale ruolo rivesta oggi l’Italia e se meriti ancora il titolo di potenza mondiale capace di influenzare la cultura nel mondo.

Dopo la premiazione del Comune di Siena come Presidio Culturale Italiano nella Sala del Mappamondo del Palazzo Pubblico venerdì 11 Ottobre 2019, l’evento si è spostato all’Auditorium Italo Calvino del Santa Maria della Scala e ha visto un susseguirsi di personalità istituzionali e ospiti del mondo della cultura, dello sport e dell’imprenditoria.

Ad aprire i lavori di sabato 12 Ottobre 2019 il Sindaco Luigi De Mossi che ha ricordato come Siena “esprime un’eccellenza collettiva, mai individuale. Ciò che si è tramandato nei secoli qui è il concetto di Civitas”.

A seguire storie di eccellenze italiane, a cominciare da quella dell’azienda Geox raccontata dal suo Presidente Mario Moretti Polegato che ha sottolineato “Il grande problema del nostro Paese è che non abbiamo la cultura di gestire la cultura e le idee… Innovare vuol dire avere un’idea e poi farla tua, appropriartene… Una buona idea vale più di un’intera fabbrica”.

Poi è stato il momento di Elena Grifoni, Capo di Gabinetto del Direttore Generale dell’ESA, che ha parlato di spazio senza frontiere: “Per realizzare grandi progetti spaziali bisogna fare tanta ricerca e investirvi. Dobbiamo riscrivere le regole del gioco perché il mondo sta cambiando. Ci vuole conoscenza, costanza e collaborazione”.

Fabio Pagliara, Segretario Generale della FIDAL, ha posto l’attenzione sulle sport cities, evidenziando come “Lo sport cambia la città, crea felicità e recupera la bellezza”, mentre Pina Terenzi, Presidente nazionale di Donne in Campo, ha ricordato che “L’obiettivo della nostra associazione è di non lasciare indietro nessuno”. Ad aprire invece una riflessione sull’Europa Pier Luigi Sacco, special adviser del Commissario europeo all’Educazione e alla Cultura.

Spazio anche alla cultura con l’attore Massimiliano Finazzer Flory che ha omaggiato Leonardo da Vinci con Leonardo genio italiano contemporaneo, la regista Andrée Ruth Shammah che ha rimarcato come “E’ importante avere chiaro quello che si fa nella prospettiva di essere utili agli altri, questo è l’arricchimento”, e l’architetto Italo Rota che ha ricordato come “Noi siamo chiamati a costruire il futuro, altrimenti lo subiamo. Siamo costretti all’utopia”.

Per l’innovazione sociale Ernesto Albanese e Don Antonio Loffredo hanno raccontato la bellissima storia del risorgimento del quartiere napoletano Sanità di cui sono stati fautori.

A rappresentare Siena e la sua cultura Mauro Rosati ed Enrico Toti.

Grande successo per la performance teatrale di Mauro Berruto Capolavori. Allenare, allenarsi, guardare altrove che ha suggestionato tra citazioni, etimologie delle parole ed immagini.

Dell’importanza della cultura sportiva e dei grandi eventi ha parlato invece Giovanni Malagò in rappresentanza del Coni.

I lavori di Domenica 13 Ottobre 2019 si sono aperti con una tavola rotonda con gli Assessori alla cultura delle città d’arte: il padrone di casa Luigi De Mossi, Filippo Del corno per la città di Milano, Tommaso Sacchi per Firenze, Adham Darawsha per Palermo e il Sindaco di Gaiole in Chianti Michele Pescini.

A seguire interventi di Paolo Verri per Matera Capitale della Cultura 2019, di Massimo Faraò di Audi sulla mobilità, degli imprenditori Margherita Amarelli e Maurizio Talarico, della storyteller Laura Anello, di Patrizia Fontana per il progetto Talents in Motion, di Marco Gualteri sulle innovazioni nel settore agroalimentare e di Giancarlo Brocci per L’Eroica.

LUNEDI’ CRITICO: Paolo Verri

Interessante tavola rotonda anche sullo sport al femminile con Margherita Granbassi, Fiona May e la manager Veronica Pamio.

Infine, la lectio magistralis dell’architetto Stefano Boeri che ha indotto riflessioni che hanno spaziato dalla museografia alla land art, fino all’arte partecipativa.

A concludere l’evento il presidente dell’Associazione Cultura Italiae Angelo Argento che ha ringraziato tutte le personalità accorse e ha lanciato l’edizione di S.E.M.I. Storie di Eccellenza, Merito e Innovazione del prossimo anno.

Cultura Italiae, nata il 14 dicembre 2016 presso la Fondazione G. Feltrinelli a Milano, è una Associazione indipendente che connette esponenti della società civile con lo scopo di incanalare il capitale immateriale di competenza, eccellenza e merito costruito dalla reazione di queste persone verso un costruttivo cambiamento sociale. L’Associazione opera nei vari settori culturali e creativi dove l’Italia è conosciuta come un esempio di eccellenza, merito e innovazione e ha come obiettivo concreto di raccogliere lo forzo congiunto di donne e uomini del mondo della cultura, dello sport, dell’innovazione, delle arti, dell’impresa e delle professioni per realizzare specifici progetti concreti finalizzati a valorizzare l’Italia del merito e dell’eccellenza e a incentivare le nuove generazioni a investire tempo e idee per la crescita e lo sviluppo del Paese.

Iscriviti a SMS MAG LETTER